Il nostro road trip al Lucca Comics 2018 – prima parte

Bentornati tra le pagine ViviComics, finalmente pronti a viaggiare tra i padiglioni di Lucca in questa prima parte del nostro road trip. Se vi siete persi il nostro report emozionale del tour Lucca Full con ViviComics, non dovete fare altro che cliccare qui e perdervi nella nostra storia.

Ma adesso tocca alla fiera! E iniziamo proprio dal cuore di tutte le fiere, l’area comics!

 

Il centro comics di Lucca!

I primi padiglioni del Lucca Comics verso cui ci dirigiamo sono quelli relativi alla nona arte, i centralissimi NapoleoneGiglioPassaglia ecc… e la prima impressione è molto positiva!

Per quanto riguarda il Napoleone, rispetto agli anni scorsi, c’è una sistemazione interna lineare e facilmente intuibile! Le case editrici principali al centro e produzioni più piccole man mano verso l’esterno. Gli spazi tra uno stand e l’altro sembrano più larghi, a “favor di coda“.

I più piccoli Giglio Passaglia non sono sicuramente da meno in quanto a fruizione! Per le case editrici emergenti (come la Shockdom) che offrono la possibilità di firmacopie, le code sono esterne al padiglione. Situazione assolutamente da migliorare, in quanto una coda sotto le intemperie con un fumetto in mano non è proprio l’ideale.

Non può mancare un salto alla self area, che quest’anno, complice forse la nuova location in Piazza della Caserma è più affollata del solito.

Concludiamo il tour con i padiglioni tematici PaniniBonelliPiazza Star Comics che hanno monopolizzato tre importanti piazze del centro. Al top il fumetto di Zerocalcare immortalato all’esterno del padiglione Panini, flop invece per la Star Comics che di “piazza” non aveva praticamente niente.

 

Road trip tra le aree videogames!

Quest’anno è proprio il caso di dirlo: a Lucca si cammina tanto! E questo pensiero dev’essere balenato più di una volta nella mente degli appassionati di videogiochi!

Come i più accaniti gamer abbiamo girato la città recandoci nei più ambiti templi del videogioco! Gli ESports PalaceVillageCathedral si confermano la principale attrazione sotto questo punto di vista. Tanti schermi, tanti giocatori impegnati in tornei e, ogni tanto, qualche V.I.P.

Sorpresa delle sorprese, il Bit District si è distinto come l’area principale per gli acquisti, con tante novità e molti prodotti che difficilmente troviamo negli scaffali dei negozi di genere. Deludente invece il Tim Dome, che comunque ha saputo intrattenere il pubblico grazie ai Mates.

L’apice del successo quest’anno è stata sicuramente Villa Bottini con una vera e propria Kingdom Hearts experience! A disposizione tanti gadget e soprattutto le demo da provare. Un plauso davvero a chi ha saputo portare in Italia un evento del genere!

 

In relax con i boardgame!

Concludiamo questa prima parte del nostro road trip tra i padiglioni di Lucca con una visita all’esterno delle Mura. Il padiglione Carducci, la casa dei giochi da tavolo, anche quest’anno si conferma come area a se stante: da solo il padiglione merita una giornata intera di visita!

Road Trip Boardgame

Senza dubbio i giochi la fanno da padrona e anche quest’anno le novità non mancano: in particolare l’area centrale è stata completamente adibita alla realizzazione live di disegni e dipinti da parte di molti maestri dell’illustrazione!

Un salto nel mini padiglione esterno con l’area degli sviluppatori indipendenti (e la zona tornei) è d’obbligo, nella speranza che negli anni a venire questa zona aumenti di dimensioni!

 

Il nostro viaggio continua!

Non perdetevi il prossimo articolo con la seconda parte del nostro road trip al Lucca Comics 2018!

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.