Comix & More, relax e gioco da tavolo nel cuore di Taranto

Terzo appuntamento con le nostre interviste, e finalmente tra le nostre pagine c’è Filippo Fasano, proprietario del Comix & More!

Comix & More

Punto di ritrovo serale tarantino per gli amanti del gioco da tavolo, e famoso anche per il Dr. Why a tema, il Comix & More è la location delle nostre interviste settimanali. Il locale è ampio, su due piani, ricco di dettagli in puro stile nerd, di tavolini e neanche a dirlo, giochi da tavolo a disposizione dei clienti.

Filippo è pronto a spiegare i giochi anche a neofiti totali del genere. Per soddisfare anche il senso del gusto, invece, il menù di Mina (anche questo a tema nerd) spazia dal dolce al salato e arricchisce l’esperienza nel locale.

Filippo, come vi è venuta in mente l’idea di aprire un locale come il Comix & More?

L’idea nasce una sera, davanti ad un altro locale di Taranto con una coppia di amici. Tra chi aveva fame e chi voleva un amaro, ci siamo detti che non c’era un posto che permettesse di rilassarsi facendo anche queste cose. Io avevo già intenzione di aprire un’attività, ma non volevo che fosse l’ennesimo locale: volevo qualcosa di mio, capace di rappresentarmi. E quindi mi sono chiesto: e se in questo locale si potesse anche giocare? Sarebbe il massimo!

Hai aperto subito dopo oppure hai avuto difficoltà?

Il Comix & More è nato in meno di un anno da quell’occasione. Abbiamo impiegato molto tempo per trovare il posto adatto, ma quando abbiamo visto questo locale è stato difficile dire no. Poi è la gente che fa il posto. Noi avevamo un’idea, poi sono stati i nostri clienti a chiedere altro.

Hai quindi offerto a Taranto qualcosa che prima non c’era.

A Taranto ci sono altre associazioni, ma noi volevamo qualcosa di diverso. Infatti quasi subito il nostro è diventato un locale serale e notturno. La gente dopo il lavoro ha bisogno di rilassarsi! Il nostro target va dai 19 anni in su, è venuta gente anche di 60 anni a giocare da noi. Per questo ci siamo adeguati ai loro orari e di solito il movimento inizia a partire dalle 22.

Quando hai iniziato a proporre l’idea di serate a tema come quella del Dr. Why?

Il Dottor Why è nato prima del locale stesso! Ci piaceva giocare e giravamo i vari locali in cui lo proponevano. Diventati amici degli organizzatori, proponemmo noi l’idea delle serate a tema e uno di loro ci rispose “quando ti aprirai un tuo locale le organizzeremo“. Così è stato! Sono persone disponibilissime, soprattutto a caricare le nostre domande sul server, perché le domande ovviamente sono create da noi.

Quali sono le difficoltà e le soddisfazioni migliori avute con queste serate?

La parte difficile non è tanto inventare le domande, ma le risposte sbagliate. Però ci diverte e diverte la gente, che ci richiede sempre più tematiche diverse: quest’anno proporremo il tema calcio, ma continueremo a seguire l’onda dei successi più famosi come La Casa di CartaIl Trono di Spade, ecc…

Tornando al vostro caposaldo, il gioco da tavolo, avete giochi più richiesti?

Dipende dal numero di persone che giocano. Stiamo man mano eliminando i giochi da 2 persone per coinvolgere gente che non conoscendosi, unisce i tavoli e condivide un gioco. Capita spesso che in questo modo ci si conosce e poi si torna a giocare tutti insieme. Diciamo che va molto forte Lupus in Tabula e party game di questo tipo, che “costringono” la gente a parlare. Per i giochi un po’ più complessi ed impegnativi, ogni sabato ospitiamo i Ludomanti e con loro organizziamo anche serate con giochi più complessi. Per le novità, le serate del giovedì con Luciano di The Throne Of Games attirano parecchi curiosi!

Serate, giochi da tavolo, buon cibo… cos’altro attira la gente da voi?

In generale siamo diventati una grande famiglia, con molti dei nostri primi clienti condividiamo le nostre passioni e molti momenti di amicizia. Molta gente, soprattutto all’inizio, ci vedeva come un posto per ragazzini, ma pian piano abbiamo sfatato questo mito. Quando qualcuno viene da noi, vogliamo dare la sensazione di essere a casa. E la gente apprezza!

Vuoi ringraziare qualcuno per questo successo?

La realtà è che io ci metto tutto, ma il cuore del locale è Mina. Se io sono assente, il locale può anche aprire, ma senza lei il Comix & More non potrebbe mai andare avanti.

Prossimi eventi da non perdere?

Il 18 ottobre prossimo il Comix & More compirà il suo primo anno. Stiamo pensando di organizzare qualcosa di grande con tutti coloro che hanno collaborato con noi. Seguiteci su Facebook per saperne di più e non mancate!!!

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.