Lo staff ViviComics risponde alle vostre domande!

Lo staff ViviComics, ogni venerdì, vi propone un appuntamento con le storie di alcune personalità locali del mondo nerd. Questa volta però, abbiamo deciso di intervistare… noi stessi! In che modo? Facendo fare domande proprio a voi!

Qualche giorno fa abbiamo utilizzato la nostra pagina Instagram per lanciare lo sticker domande nelle stories! Curiosi del risultato finale? Non perdiamo altro tempo: questa volta diamo la parola… a noi!

 

Anna, la cosplayer fuorisede!

Perché ti piace fare cosplay?

All’inizio era solo “impersonare i personaggi che amo”, ora è anche una sfida per mettere alla prova le mie capacità!

Qual è il primo consiglio che dai a chi vuole fare cosplay?

Consiglio di non farsi influenzare e non credere a cose come “più complesso è il cosplay meglio è”! L’importante è che le cose siano fatte bene! Come primo cosplay consiglio sempre qualcosa di semplice.

Cosa ti piacerebbe fare più di ogni altra cosa nello staff ViviComics?

Quello che faccio ora mi piace tantissimo, ma vorrei unire ciò che faccio a ciò che studio! Questo è uno dei motivi dietro lo Special Mondocon!

Perché non viaggi in pullman con noi?

Perché, nonostante io abbia viaggiato dalla Puglia con ViviComics per parecchi anni, ora sono una studentessa fuori sede a Padova!

Come ti è venuta l’idea dei giochi in albergo?

Uno dei miei hobby è il boardgaming e condividerlo con gli altri viaggiatori è stato praticamente naturale!

Arturo, il progetto ed il futuro di ViviComics!

Com’è nato il progetto ViviComics?

Il progetto è nato per caso circa 8 anni fa, quando una ragazza di 15 anni mi propose di organizzare il primo viaggio in bus per Lucca Comics. All’inizio sono stato scettico perchè non conoscevo questo mondo. Da curioso che sono mi aggiornai e mai potevo pensare che quello sarebbe stato l’inizio di ViviComics! Accettai la sua proposta e grazie anche al suo impegno iniziò a formarsi la prima community.

Nel 2019 ti vedremo ad una delle nostre reunion o dobbiamo venire noi da te?

Ho dovuto fare delle scelte  negli ultimi anni che mi rendessero felici ma che mi hanno portato lontano da persone e cose a me care. Il 2019 è figlio di questi cambiamenti e mi farebbe immensamente piacere esserci ad una reunion Vivicomics: non so di preciso quando ma aspettatemi presto!  

Come vedi ViviComics tra 10 anni?

Come ben sapete, non sono un appassionato di fumetti o videogiochi e nemmeno di cosplay, ma sicuramente sono appassionato delle passioni che i ragazzi mi trasmettono. Il primo viaggio a Lucca Comics mi ha aperto un mondo, il secondo ha consolidato la mia passione per questo progetto.
Mi piace che i ragazzi si uniscano e che abbiano modo di condividere le proprie esperienze e passioni! Questo ponte si chiama ViviComics, un progetto itinerante e fatto di viaggi che stiamo sviluppando con tanto entusiasmo e coinvolgimento.

Chris, serio lavoratore, pazzo cosplayer!

Perché hai scelto di fare cosplay?

Ho scelto di fare cosplay inizialmente un po’ per gioco, poi ho iniziato ad appassionarmi sempre più ed è diventata una droga! Spero di riuscire a migliorare sempre più!

Cosa ti piacerebbe fare o diventare nello staff ViviComics?

In ViviComics ho iniziato a dare una mano con piccole cose perché sposo la loro ideologia del vivere il viaggio creando qualcosa di più di un semplice traghettatore! Sono contento che mi abbiano proposto di diventare parte dello staff! Purtroppo con il mio attuale lavoro il tempo da dedicare ai social è veramente poco, ma cerco sempre di dare il massimo per potermi sentire parte di questo progetto a tutti gli effetti. Sul futuro ancora non posso dire nulla e spero che questo progetto possa crescere e contribuire a rompere il muro dello stereotipo nerd/otaku!

Che lavoro fai nella vita? Come riesci a collegare il tuo lavoro con il mondo del cosplay?

Sono grafico e stampatore in una grossa azienda fornitrice di multinazionali in tutta Italia e anche all’estero. E’ un’azienda che sperimenta di tutto cercando anche di portare innovazione! Lavoro con macchinari tipo tagli laser e frese e quando ho bisogno di qualcosa utilizzo questi macchinari per creare accessori per i miei cosplay. Ad esempio taglio le sagome di spade, faccio incisioni nel legno, nel plexiglass, ecc… E poi tutto il forex di scarto lo riutilizzo per trasformarlo in armi e armature!

Elena, tra lavoro e feeling!

Staff ViviComics

Perché hai deciso di accompagnare viaggi nerd senza avere passioni nerd?

Non sono una nerd ma la mia passione da sempre è organizzare, vendere e accompagnare nei viaggi. Come unire i due mondi? Abbiamo creato i tour ViviComics che stanno prendendo forma grazie ad un lavoro di squadra fatto di passioni e professionalità!

Molti agenti di viaggio lavorano come nomadi digitali. Cosa ne pensi? Lo faresti?

Sono una nomade digitale perchè nel travel si lavora principalmente online, con collaboratori esterni e a distanza. E’ un must esserlo per noi giovani agenti di viaggio anche se avere la sede fisica è obbligatorio in Italia per il rilascio della licenza ma quasi tutto il lavoro è svolto in rete. L’importante è che non confondiate il travel blogger con il travel agent!

Perché hai scelto queste persone nello staff ViviComics per il viaggio a Lucca?

Lo staff ViviComics di Lucca si è creato quasi spontaneamente, ci siamo piaciuti e ora stiamo lavorando per i prossimi viaggi e non solo!

Anna l’abbiamo vista crescere grazie ai nostri viaggi e quest’anno a Lucca ha voluto sperimentarsi lanciando l’idea di introdurre attività ludiche e di coinvolgimento per i partecipanti. Cosa le frulla per la testa? Stiamo provando a realizzarlo insieme.


Andrea è il fotografo e video-maker più divertente e professionale della Puglia. Esagero? Anche se così fosse non è un caso che già da diversi anni sia parte attiva dello staff ViviComics.


Chris è un creativo nato. Anche lui è stato tra i nostri più assidui viaggiatori e ora sta diventando un tutt’uno con noi. Al rientro da Lucca ci siamo chiesti: il suo ruolo nello staff ViviComics? Lo stiamo disegnando con lui.


Pier è l’espressione massima dell’evoluzione avvenuta tra i nostri viaggiatori: da fruitore ad articolista per il blog a guru del Lucca Comics. Prossimo step? Se siete curiosi continuate a leggere quello che scrive qui nel blog…

Quali sono i prossimi eventi in programma?

Oltre ai classici viaggi ViviComics come il Napoli Comicon, Romics, Etna Comics, BGeek e Lucca Comics, introdurremo nuove fiere nazionali ed internazionali da raggiungere con i pacchetti Special. Avete già letto qualcosa a riguardo?

Sei innamorata di Chris, Pier e Andrea?

Certo che lo sono! Spero anche di essere ricambiata e che non sia solo un’avventura!
La curiosità è l’anima dei social e posso svelarvi un segreto: per far nascere un progetto è fondamentale essere innamorati. Trovare prima le persone “giuste” e poi il feeling di gruppo sono le difficoltà maggiori e tra le fasi più delicate del fare impresa. Cosa vuol dire per me essere innamorata? Condividere gioie e dolori, continuando a scegliersi ogni giorno. 

Mai avuto feeling particolari con viaggiatori?

I feeling particolari nascono eccome, soprattutto in viaggio! Siete alla ricerca di un/a partner? Continuate a viaggiare con ViviComics perché le occasioni non mancano!

 

Andrea, il fotografo fuori dagli schemi!

Com’è nata la tua passione per la fotografia?

Non so di preciso quando è nata, usavo le macchinette a rullino già alle elementari e alle medie avevo una telecamera a cassette. Bene o male sono stato sempre circondato da questi strumenti. Finite le superiori ho investito parecchio in una macchina fotografica semiprofessionale, trovando anche lavoro in uno studio come assistente e ritoccatore… Mi è andata un po’ di culo dai!

Qual è il consiglio che daresti a chi, come te, ha trasformato questa passione in lavoro?

Un consiglio? Se vuoi fare il fotografo devi andare via dalla Puglia… e ti dico Milano se vuoi farlo seriamente. Da noi solo con la fotografia non ci arrivi a fine mese!

Come ti è venuta l’idea dell’arcobaleno nel video report del viaggio?

Eh l’arcobaleno! Ti trovi davanti la clip in cui una persona fa quel movimento con la mano, in aggiunta la musica particolare di quel punto “tipo brillìo”…E  poi serve un cervello malato! Una sorta di pensiero laterale a spararla grossa. Il suono l’ho associato agli unicorni, gli unicorni sputano arcobaleni, il braccio che fa un semicerchio: E così ci ho ficcato un arcobaleno! Semplice no?

E’ vero che la maggior parte dei fotografi delle cosplayer sono dei maniaci?

Ci sono Fotografi e fappografi. I primi sono persone serie che svolgono un lavoro seriamente. I secondi sono decerebrati che comprano un macchinetta per fotografare culi e tette, e non è detto che si limitino a farlo solo nelle fiere.

E’ vero che in privato scatti foto hot?

Se per foto hot intendi mie foto in doccia, sì, è vero. Se invece intendi set fotografici di nudo artistico o boudoir, anche.

 

Alessandra, la mamma (in tutti i sensi) di ViviComics!

Cosa ti piace di più del tuo lavoro in ViviComics?

Organizzare un viaggio Vivicomics mi permette di viaggiare prima con la fantasia e poi fisicamente. Organizzare al millimetro la visita di ogni luogo è viverlo in anteprima! Tale gusto è accresciuto quando parliamo di viaggi a tema sui set di serie TV o romanzi.

Un altro aspetto che mi coinvolge molto di questo lavoro è l’accompagnamento, mi piace condividere con i viaggiatori esperienze e “scoperte”, rari cimeli acquistati in fiera a fronte di ore di fila o di improbabili giri… Talvolta mi lascio trascinare anche io dalla ricerca di action figure o di fumetti!

Come si sta evolvendo il progetto ViviComics?

Ora mi chiedete di svelare un segreto, sono vincolata da contratto non posso anticipare nulla! Ma il progetto è ampio ed articolato e ne promette delle belle, non solo viaggi…

Pier, cioè colui che vi scrive in questo blog e in questo momento!

Come hai iniziato a scrivere online?

Fin da piccolo scrivere mi appassionava. Fin da piccolo il mondo nerd mi appassionava. Negli anni le pazzie della gioventù mi hanno allontanato da entrambi questi mondi finché non sono stato costretto a letto per un lungo periodo. Passando il tempo con fumetti, anime e serie tv ho sentito il bisogno di parlarne e ho cominciato a scrivere!

Qual è il primo consiglio che daresti ad una persona che vuole fare della sua passione un lavoro?

Il mio consiglio è di amare ciò che si fa. Che sia passione o no! Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita (Confucio).

Nei viaggi sei un po’ animatore. Ce l’hai nel sangue o hai avuto qualche esperienza in questo settore?

Vi svelo un segreto: ho fatto animazione per 10 anni!

Come vedi ViviComics tra 10 anni?

7 Dicembre 2028, da un mese tornati dall’edizione 62 del Lucca Comics. Lo staff ViviComics è pronto a rispondere a nuove domande. Con i viaggiatori ci siamo già ritrovati al Comix & More per giocare insieme agli ultimi boardgame olografici. La nostra community è sempre più ricca e viva! Oggi ritroviamo anche Raffaele di ritorno dalla Luna. Entro 10 anni uscirà lo special per il SpaceCon. Cambiano i tempi, i mezzi di trasporto… ma noi non siamo cambiati! E se volete, ci ritrovate qui, ogni settimana, sul blog. Accessibile anche dicendo le parole ViviComics Blog al vostro mignolo sinistro!

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.