La storia di Lupiae Comix – scuola di fumetto!

La scuola di fumetto Lupiae Comix di Lecce è una realtà molto conosciuta e apprezzata sul territorio. Abbiamo avuto il piacere di incontrare Fabrizio Malerba, cofondatore della scuola insieme a Luca Esposito durante il nostro tour in Salento per il raduno ViviComics.

Ne è nata una delle nostre più interessanti interviste settimanali, che ci condurrà nel mondo del fumetto in questo e nel prossimo appuntamento del venerdì! Iniziamo subito con le domande!

 

 

Quando inizia la vostra storia?

La storia di Lupiae Comix inizia vent’anni fa. Abbiamo iniziato facendo dei corsi di fumetto in una piccola associazione. Siamo andati avanti per un paio d’anni e infine finalmente abbiamo preso dei locali in affitto non molto distanti dalla sede attuale.

Lupiae Comix Intervista

Come si è evoluta la scuola dal punto di vista storico?

Nella primissima sede eravamo in tre o quattro docenti, era forse il 2003. Il corso durava un anno ed è stato un po’ la base per tutto ciò che abbiamo fatto da quel momento in poi. Siamo cresciuti, esportando il nostro stile in altre città pugliesi grazie al coraggio imprenditoriale di Gian Marco De Francisco. Il gruppo di cui facciamo parte si chiama gruppo Grafite, dal nome della scuola da lui fondata.

E dal punto di vista scolastico vero e proprio?

Il gruppo è cresciuto, e si è anche aggiunta una docente di sceneggiatura, Ilaria Ferramosca, che ormai è un pilastro di Lupiae Comix. E’ una figura molto professionale che aiuta i ragazzi a preparare nei minimi dettagli i loro progetti, pronti per essere presentati direttamente alle case editrici. Ma ogni nostro docente fa la sua parte, ormai siamo in sette ad occuparci a tutti gli effetti dei ragazzi. In questo senso il mio braccio destro e punto di riferimento è Luigi Quarta, un ragazzo che si spende tantissimo per la scuola.

Cosa succede una volta usciti dalla Lupiae Comix?

Alcuni dei primi ragazzi hanno iniziato a collaborare con noi dopo la fine della scuola ed ora sono nostri docenti. Altri già lavorano e sono tornati qui per fare dei workshop, sicuramente sono belle soddisfazioni. Gianfranco Florio, ad esempio, lavora per Disney e di recente si è occupato della trasposizione fumettistica di Ducktales. Come lui tanti altri, come tante sono le case editrici con le quali collaboriamo.

Da che età iniziano a frequentare i vostri corsi?

L’età è molto varia, ma di solito non accettiamo ragazzi con meno di 14 anni. Ci sono materie molto complesse da studiare, quali l’anatomia o la prospettiva, materie meno artistiche e più fredde, che potrebbero scoraggiare come primo impatto.

Per quanto riguarda i bambini invece?

Nelle scuole del gruppo Grafite di Taranto e Bari ci sono dei corsi per bambini che partono con presupposti completamente diversi! E’ un’esperienza che presuppone una preparazione differente, più ludica, che comunque noi abbiamo fatto in passato e che vorremmo fare in futuro rafforzandoci a livello di docenti. Alcuni dei bambini che hanno frequentato da noi si sono poi iscritti al corso tradizionale di Lupiae Comix.

Domanda opposta, offerte formative per gli adulti?

Abbiamo avuto uomini e donne anche quarantenni durante i nostri corsi. Addirittura delle docenti che venivano qua da noi per insegnare ai propri bambini a scuola il fumetto. Hanno fatto quindi il corso biennale per capire il linguaggio del fumetto.

Cosa lasciate di concreto a chi termina il corso in fumetto?

L’esame finale per i nostri ragazzi è appunto la creazione di un progetto da presentare al Lucca Comics Project Contest. Un bel portfolio completo che può aprire le porte per un bel futuro.

 

 

Ma, nella pratica, come funziona la scuola di fumetto Lupiae Comix? Quali corsi si svolgono? Quali abilità si ottengono? Se siete curiosi dei dettagli e volete capire meglio il mondo della formazione in ambito fumettistico non vi resta che tornare da noi la prossima settimana! Potrete leggere la seconda parte di questa interessantissima intervista!

Come sempre, se volete tutte le informazioni sulla scuola di fumetto Lupiae Comix non vi resta che correre sulla pagina Facebook ufficiale, cliccando nel banner qui sotto!

 

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.