Già lo scorso anno, qui sulle pagine del blog, abbiamo segnalato alcuni posti ideali per mangiare a Lucca, nelle giornate del Comics.

Il countdown è iniziato anche per quest’edizione e come al solito noi di ViviComics, nelle settimane che precedono la fiera, proveremo a rispondere ad alcune delle domande più frequenti sull’evento. Iniziamo proprio dallo stesso tema dell’anno passato, aggiornando quel famoso articolo ricco di consigli su dove mangiare a Lucca!

Non smetteremo mai di ripetere quanto sia importante, durante l’evento, mangiare bene, spendendo il giusto, ma facendo meno fila possibile e risposandosi!

E per questo ecco a voi, dopo aver  recuperato l’articolo 2018 dedicato al cibo, altri 5 consigli per mangiare a Lucca e vivere la fiera al 100%!

 

BAR LUCY – Il bar con la cucina orientale preferito dallo Staff ViviComics!

A poche centinaia di metri da una delle porte principali di Lucca, porta Sant’Anna, il Bar Lucy è un localino piccolo che però ama conquistare il cuore di chi lo sceglie.

Ottime le colazioni, lo sprint ideale per partire o ripartire avventurandosi in città. Ma i suoi punti forti sono, senza dubbio, il pranzo e la cena. A metà giornata il Bar Lucy si trasforma, infatti, diventando un vero e proprio ristorante cinese e giapponese, uno dei migliori di Lucca. Il tutto accompagnato da uno staff cortese e simpatico, nonostante i cinque giorni di caos e impegno.

Sicuramente il locale più consigliato per mangiare a Lucca dallo Staff ViviComics, che ne ha fatto il primo step giornaliero, appena giunti in fiera.

 

STRABUONO – Non è un modo di dire!

Locale spettacolare, personale cordiale ma, soprattutto 50 tipi di pucce diverse. A Strabuono c’è di tutto, dalle puccie classiche a quelle più particolari. Consigliato per gruppi più numerosi di persone, in quanto con pochissima spesa, insieme alla puccia è possibile ordinare dei taglieri misti da dividere.

Per un pranzo veloce vicino alle mura, fra un panel e l’altro, è il posto ideale per mangiare a Lucca!!

 

KING ORIENTE – Pronti a rotolare?

Passiamo ad un all you can eat serio e pesante. A King Oriente, poco fuori il centro di Lucca per la Porta Santa Maria, si mangia abbondante al solito prezzo contenuto. E’ l’ideale per le grandi comitive che vogliono passare un po’ di tempo sedute a riposarsi e mangiare.

Noi di ViviComics scegliamo proprio King Oriente per il pranzo jappo di gruppo al Lucca Comics, con grandi soddisfazioni!

 

IN PASTA – Per mangiare a Lucca sano come a casa propria

In Italia non c’è niente di più sacro della pasta. Meglio se fatta in casa. In Pasta – Cibo e Convivo, a ridosso delle Mura, è il locale ideale per mangiare sano e bene, anche se con una spesa maggiore rispetto agli altri posti consigliati.

A pranzo, ma soprattutto a cena, è senza dubbio un must!

 

E per concludere… la CONAD?!?!

Mangiare a Lucca SaporiEDintorni

Difficile da credere, ma il Sapori e Dintorni CONAD della centralissima via Vittorio Emanuele II salva la vita a chiunque abbia bisogno di cibo, a qualsiasi ora.

La gastronomia è fornitissima e ci si può trovare di tutto, primi, secondi, sushi, frutta, pane e focacce. In un angolo è possibile usufruire di alcuni microonde e sedersi per mangiare. Ma soprattutto, come in ogni supermercato le bevande hanno prezzi umani, quindi è consigliatissimo sfruttare il supermercato per rifornirsi. E poi è in pieno centro, a due minuti dalle piazze centrali!

 

ViviComics al Lucca Comics 2019!

Se sei pugliese e non vuoi perderti nulla del Lucca Comics, la soluzione migliore è viaggiare con noi!

ViviComics parte per Lucca con tre proposte di viaggio in bus: pacchetto FULL che comprende tutti i giorni della fiera; la formula EXTENDED per i giorni dall’1 al 3 novembre e l’offerta ONE DAY che permette di vivere un assaggio di Lucca Comics domenica 3 novembre.

La versione FULL, la più gettonata, comprende non solo il viaggio ed il pernottamento, ma un’esperienza totale dentro e fuori fiera con attività speciali organizzate dallo staff. Sono rimasti solo pochissimi posti disponibili!!

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.