Guida tattica ai target dei manga: gli shonen!

Tornano le guide tattiche di ViviComics, come vi avevamo preannunciato, con l’articolo d’approfondimento sul target di manga e anime shonen!

Nel primo appuntamento di venerdì scorso dedicato al target Kodomo, abbiamo annunciato questa nuova serie di articoli guida che si alterneranno con le nostre interviste e le testimonianze.

Non perdiamo altro tempo ed entriamo nel vivo della guida di oggi!

 

Cosa sono gli shonen?

La parola shonen significa ragazzo nella lingua giapponese. Questo, appunto, è il target dedicato ai ragazzini in età adolescenziale. Di sicuro anche molte ragazze amano questo tipo di prodotti, ma le caratteristiche principali proprie di questo genere strizzano maggiormente l’occhio ai maschietti. La rivista monotematica più importante per questo tipo di pubblicazioni è lo Shonen Jump della casa editrice Shueisha.

Gli shonen hanno quattro caratteristiche principali. Innanzitutto una trama di crescita, durante la quale il protagonista arriva ad un obiettivo finale attraverso sotto obiettivi e power up. In secondo luogo, la differenziazione netta fra eroi positivi e rivali negativi, con poche o nessuna via di mezzo. Per ultimo, lo shonen si caratterizza dall’assenza di risvolti sentimentali e la presenza di una buona dose di fanservice!

 

In quanti sottogeneri si divide il target shonen? 

La maggior parte dei manga e degli anime di questo target sono shonen di combattimento. Si dividono generalmente in saghe, con un nemico finale molto potente battuto dopo un potenziamento dell’eroe. I mangaka storicamente più conosciuti appartengono proprio a questa sotto categoria. Parliamo di  Akira Toriyama (Dragon Ball) e i big 3Eiichiro Oda (One Piece) e Masashi Kishimoto (Naruto) e Tite Kubo (Bleach). Ovviamente sono tante le opere internazionalmente note, visto che questo target è sempre stato uno dei più amati!

Shonen HollyEBenji

Secondo sotto target molto importante è quello degli spokon, gli shonen sportivi. Rocky JoeCaptain Tsubasa (Holly e Benji in Italia) sicuramente capisaldi di questa categoria. Ancora, importantissimo sotto target è quello dei mecha (Yattaman o Gundam, ad esempio), che ha fatto davvero la storia. Concludiamo con i meitantei, i polizieschi di cui Gosho Aoyama (Detective Conan) ne è leader indiscusso.

Interessanti sono le fusioni che questo genere shonen ha con il seinen, che vedremo più avanti. Al momento nomineremo due opere molto borderline, sotto questo punto di vista. Sto parlando di One-Punch Man di ONE, un manga dai classici stereotipi di combattimento che però viene pubblicato in una una rivista seinen. E, caso opposto e forse più eclatante, Death Note di Oba Obata che è stato pubblicato su Shonen Jump ma, per la maturità e la complessità dei temi che vi sono trattati, ha riscosso notevole successo nel pubblico di target seinen.

 

Prossimi appuntamenti!

La guida tattica ai target di manga ed anime continua tra 7 giorni! Concluderemo il trio parlando del target shojo! Per suggerimenti su nuove guide contattateci in Direct sul nostro profilo Instagram!

 

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.