Road Trip fra i padiglioni del Lucca Comics 2019! -pt2-

Torniamo alla nostra disamina completa dei padiglioni del Lucca Comics 2019! In questa seconda parte del nostro road trip analizzeremo le aree dedicate a gioco, videogioco, ed a tutte le restanti piccole aree.

Discorso diverso quello riguardante la sezione Movie, presente non solo sotto forma di padiglioni, ma anche come première mondiali, case di produzione e gadget. Un panorama che riveste di anno in anno un ruolo sempre più importante, che spesso trascende dall’area fisica in piazza San Michele! Per questo motivo ne riparleremo in un approfondimento dedicato, in arrivo nei prossimi giorni.

Torniamo quindi al nostro road trip, e torniamo fra i padiglioni di Lucca!

 

Novità dal padiglione Carducci?

La tensostruttura più ampia d’Europa è come sempre il centro nevralgico dei boardgames. L’ormai consolidata gestione degli spazi espositivi, ben mixata con quelli di gioco, assicura un’esperienza ludica molto soddisfacente.

Peccato che, come ogni anno, il Carducci diventa teatro della corsa al riparo per pioggia e intemperie! E poco importa se finalmente ci sono aree tornei ben definite, spazi adeguati per i card game e finalmente libri gioco in bella vista. Purtroppo la ressa incontrollata (ma siamo sicuri che tutte quelle persone siano ammesse nel padiglione?) e un impianto d’areazione che evidentemente ha qualche problema, rende tutto così sfiancante per un giocatore davvero interessato.

 

Lucca punta al mondo!

Esattamente opposta la nostra opinione riguardante il mondo videoludico. Finalmente tanti eventi, location mirate per i cosplayer a tema, ma soprattutto case di produzione, tanti padiglioni tematici e ben tre giochi in anteprima.

Marvel’s Avengers, Pokémon Spada e Scudo, Dragon Ball Z: Kakaroth. Titoli in primo piano su scala mondiale, alla portata di tutti i gamers presenti al Lucca Comics 2019.

E poi ci sono loro: i MOBA che catalizzano l’attenzione degli e-sports con i tanti campionati presenti. Le catene di elettronica che si presentano con una scontistica da paura (case editrici Comics, dovreste imparare un po’). Streamer e gamers di fama mondiale, sempre disposti a quattro chiacchiere, foto e autografi.

Sicuramente l’area videogiochi è una delle punte di diamante della fiera toscana, e non possiamo che esserne soddisfatti!

 

Padiglioni da ampliare… e padiglioni da scartare!

Ultimi giri. Saliamo sulle mura di Lucca e non siamo particolarmente contenti della sistemazione dei padiglioni dedicati ai gadget, in quella che dovrebbe essere una posizione comoda e strategica. Se facesse bel tempo. E se i padiglioni fossero ad ingresso libero.

Le mura sono da sempre passeggiata per cosplayer, con i loro stupendi set fotografici, e per i tanti curiosi che non comprano il biglietto ma vogliono godersi le meraviglie della cinta muraria lucchese. Inserirci questi stand monotematici, seppur comprensibile nelle intenzioni, ha provocato disagio e davvero tanta ressa.

Scendere in Area Family, invece, regala una cura e un piacere assolutamente di un alto livello. E’ un’isola felice e perfetta, tanto quanto la su citata area videoludica, che meriterebbe una posizione più centrale e tanta visibilità. Che in ogni caso, grazie allo stand Pokémon, all’area dedicata all’Umbrella Italian Division ed al padiglione Funko Pop, sicuramente è aumentata tanto!

 

Il nostro viaggio continua!

Avete recuperato il nostro report emozionale e la prima parte del nostro road trip? Continuate a seguirci! La recensione del nostro viaggio al Lucca Comics 2019 continua!

Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.