Login

Registrati

Dopo aver creato l’account, potrai personalizzare il tuo profilo e gestire le prenotazioni dei tuoi tour.
Nome utente*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creando un account confermi di aver preso visione e aver accettato i Termini di Servizio e la Privacy Policy di questo sito.

Sei già membro?

Login

Login

Registrati

Dopo aver creato l’account, potrai personalizzare il tuo profilo e gestire le prenotazioni dei tuoi tour.
Nome utente*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creando un account confermi di aver preso visione e aver accettato i Termini di Servizio e la Privacy Policy di questo sito.

Sei già membro?

Login
 

Sottoculture nerd: cosplayer vs fotografi – seconda parte –

Un bel confronto fra la nostra cosplay helper e la nostra foto-video maker!

Lo scorso martedì abbiamo cominciato una serie di articoli dedicati a cosplayer e fotografi. Il mondo del cosplay è una delle sottoculture nerd più amate, e nella prima parte di queste guide/approfondimenti ne abbiamo scandagliato un po’ la storia.

Dalle origini perse nelle prime convention nerd americane al boom giapponese, nel quale il cosplay ha incrociato il mondo della fotografia, fino ai giorni nostri. Una ricostruzione storica imprescindibile per tutti gli amanti di quest’arte.

Oggi, come promesso, iniziamo a focalizzarci sul rapporto vero e proprio tra le due categorie prese in esame. Per farlo abbiamo chiesto aiuto a due membri dello staff ViviComics che rappresentano in toto ciò di cui parliamo. Valentina, la nostra cosplay helper, rappresenta il mondo dei cosplayer. Rebecca, la nostra foto-video maker, rappresenta il mondo dei fotografi.

L’articolo di oggi è un confronto su alcuni temi tipici dei due mondi! Entriamo nel vivo!

 

Il rapporto fra cosplayer e fotografi visto da un cosplayer!

Valentina, esistono delle differenze fra i vari fotografi di cosplay?

Principalmente esistono due tipi di fotografi. Il primo è il fotografo che scatta per se stesso; che abbia doppi fini oppure che sia interessato ad una propria crescita personale, non tiene in considerazione i bisogni del cosplayer. Non accetta la presenza di altra gente, cerca pose che non tengono conto del personaggio interpretato, la durata di una sessione con lui può durare anche ore. Il secondo tipo di fotografo è la persona davvero interessata al personaggio, lo studiano, ti consigliano effettivamente la posa migliore e non hanno bisogno di isolamento dal resto del mondo per lavorare bene.

Hai fatto sessioni fotografiche con entrambe queste figure?

Ho scattato con entrambi, e mi sono trovata ovviamente molto bene con la seconda categoria descritta. I fotografi che scattano per propri motivi non offrono un vero servizio al cosplayer, lo tengono occupato per parecchio tempo (a me è capitato di stare anche due ore a scattare foto) e ovviamente tendono a portarti in luoghi più isolati e senza alcun collegamento col personaggio che porti.

Qual è la migliore location per scattare, secondo te?

Io preferisco un luogo adatto al mio cosplay. In una degli ultimi set, con il mio original steampunk, sono stata portata in una location cittadina decadente, l’ideale  per il personaggio. Non amo gli ambienti fieristici con gli stand o i negozietti, per alcuni personaggi non c’entrano nulla!

 

Il rapporto fra cosplayer e fotografi visto da un fotografo!

Rebecca, chiedo anche a te se esistono delle differenze fra i vari fotografi di cosplay!

Obiettivo di un fotografo di cosplay è mettere a proprio agio la persona che si ha di fronte. Non è un comportamento molto diverso dal chiamare una modella nel proprio studio: anche in una fiera l’importante è mettere a proprio agio il cosplayer. C’è chi ci riesce, chi meno, e questa è già una prima categorizzazione.

In secondo luogo c’è una grande categoria di fotografi detti disturbatori. Sono coloro che vogliono scattare senza pose predefinite, magari in atteggiamenti inusuali, a volte anche caricaturali. Occorre distinguere, in ogni caso, i disturbatori da coloro che hanno un’ispirazione particolare.

cosplayer Rebecca

Tu in che categoria ti inserisci?

Mi piace mettere il cosplayer a proprio agio e cercare una location ideale per scattare. Premesso ciò, a Lucca ho cercato di fotografare il più possibile alcuni cosplayer durante azioni quotidiane normali… durante il pranzo, mentre passeggiavano, e in altre situazioni simili. Ho sempre però dato la motivazione per quel disturbo, cioè un progetto universitario particolare. In generale non mi definisco disturbatrice!

Location preferita per scattare?

Sicuramente devi contestualizzare il personaggio del cosplayer per poter scattare belle foto. A volte è possibile, come per esempio in una fiera particolare come Lucca, altre volte no, ma è compito del fotografo trovare comunque una buona location. Poi c’è da tenere in considerazione la luce naturale o artificiale che sia, il meteo, eventuali set messi a disposizione dalle fiere stesse…

 

Prossimo appuntamento?

Martedì pomeriggio appuntamento con la terza parte… parleremo di consigli! Da cosplayer a fotografo e da fotografo a cosplayer! Nel frattempo ci vediamo sul nostro profilo Instagram!

 
Note sull’autore

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali. Marvelliano sfegatato, Nintendaro DOC e boardgamer compulsivo, da anni tenta di condividere il suo sapere con gli amici ottenendo scarsi risultati.